I Violini di Persefone – L’arte di entrare nelle ‘umane’ dimensioni

Leggendo “I violini di Persefone” di Federica De Filippo, mi ha colpito il senso magico e misterioso che aleggia su ogni testo poetico. Sarà che già il titolo è anticipatore di qualcosa di riferito alle tre sezioni che strutturano il libro, questo raro oggetto culturale, che si avvale delle note musicali de “Il sogno”, de “L’invisibile” e de “Il divino”, o forse che sia,...
Continua a Leggere

Emanuele Martinuzzi con “Spiragli”- Raccolta di poesie illuminanti – Intervista

Ho il piacere di ospitare sul Blog il poeta contemporaneo Emanuele Martinuzzi, che ci parlerà di sè e dei suoi “Spiragli” la nuova raccolta di poesie uscita recentemente: domande interessanti ..risposte emozionanti! Leggetela perchè è interessantissima! Conosco Emanuele Martinuzzi dall’uscita del suo libro di poesie intitolato “L’Oltre quotidiano”. Rimasi colpita dalla...
Continua a Leggere

Marta Babbini – L’antico che diventa nuovo.

Mostra di Marta Babbini presso la Galleria “Artistikamente ” di Pistoia – L’antico che diventa nuovo.   ‘Artistikamente’ è una galleria nel centro di Pistoia che si dedica all’arte, alla bellezza, alla divulgazione delle voci espressive contemporanee, della nostra realtà locale e non solo. Un ampio spazio luminoso che ospita mostre collettive e personali,...
Continua a Leggere

Il femminino e la sua voce – di Antonella Lucchini – Il canto di un’Itaca in fiamme

“Il Femminino e la sua voce” – Poesie – Antonella Lucchini    Antonella Lucchini è una delle rare poetesse che fa uso della parola ‘cuore’ esponendola al crogiuolo della sacralità dalla quale attingere, per farci sfiorare l’origine umana. Concreta, coraggiosa, abbina il verbo ‘mangiare’ al sentimento, che di per sé non si può quantificare, ma che ha...
Continua a Leggere

“L’amore casomai” – Racconti – di Rita Pacilio

“L’amore casomai” di Rita Pacilio è una raccolta di racconti brevi caratterizzati dall’accento poetico del sintetismo, in cui l’autrice invita a prendere atto che non è questo il luogo in cui è possibile rinunciare a qualcosa, non lo fanno dopo tutto, i personaggi attraverso le loro azioni e il loro pensiero. Non è il luogo in cui si rinuncia al tempo o ai tempi, all’ironia nel...
Continua a Leggere

Ingólf Arnarson – Dramma epico in versi liberi. Un Prologo e cinque atti (1990-2016)

EMANUELE MARCUCCIO Ingólf Arnarson – Dramma epico in versi liberi. Un Prologo e cinque atti (1990 – 2016) Prefazione di Lorenzo Spurio Comunicato Stampa «[Q]uesto ho voluto fare scrivendo il dramma: sognare e perdermi nella meraviglia di una storia d’amore e morte, di guerra e di pace, di luce e di tenebre, di sogno e di libertà. Una terra, in una dimensione parallela e...
Continua a Leggere